Quell’insaziabile mia voglia di amare colora la mia vita di emozioni e di follia

INSA

 

 

Mi rifiuto di sfiorare la superficie
di questa finta moralità sociale.
Non mi resta che esiliare me stessa
nelle parole,
che diventano il mio presente,
la mia rinascita e la follia costante
che mi tiene in vita.

Come può l’emozione
entrare in un’anima
che fa il bagno nei portali scintillanti
di una teatralità contemporanea
che guarda al sesso e all’amore
come uno spettacolo vintage?

Meglio entrare nel mio mondo,
aprire la porta dei mille sogni,
inseguire percorsi magici
che restringono la galassia
così da adattarsi alla mia mente.

La realtà frastagliata e falsa
la lascio in un angolo del ring,
– dove la moltitudine lotta nella ragione –
ad ansimare e rincorrere una sanità mentale
che non ha un granello di sfarfallio luccicante,
quello che puoi vedere negli occhi
delle emozioni.

Difendo il mio portale
e lascio entrare solo anime sconosciute,
quelle che mi mostrano
il pass della lussuria con orgoglio,
quelli che non si vergognano
di mostrare sentimenti
quelli che gioiscono urlando un “ti amo”,
quelli che sorridono senza una ragione.

E’ pericoloso il mio portale,
si rischia di soffrire pur amando.
Ma un anima semplice,
in esilio dalla ragione e da un mondo vuoto,
non ha paura di alzare gli occhi al cielo
e gridare all’universo: io so amare.

Successivo Eppure è sempre così semplice. O forse no. (una riflessione sulla vita)

One thought on “Quell’insaziabile mia voglia di amare colora la mia vita di emozioni e di follia

I commenti sono chiusi.