Novità editoriale – Energie di Fabio Muccin

Quando ho letto la raccolta di Fabio mi sono resa conto all’istante di avere sottomano un grande potenziale: versi unici, liberi, vibranti di emozione e di energia. Energia che ho assorbito come una spugna, versi che mi sono serviti per riflettere e approfondire quella parte della vita che ognuno di noi prende dall’esterno, dai luoghi, dalle relazioni e dagli avvenimenti, e la fa propria, conformandosi o alienandosi, a seconda del piacere che se ne trae o meno.

ballate-energie-muccin-copia

Fabio Muccin cresce a Casarsa della Delizia, in provincia di Pordenone, paese di Pier Paolo Pasolini. Si laurea in Lettere antiche a indirizzo archeologico presso l’Università degli Studi di Padova, quindi si specializza alla Scuola SSIS nell’insegnamento di Lettere e Latino nella scuola Secondaria.

Già giornalista (corrispondente per le redazioni pordenonesi di due quotidiani locali), dopo il primo giorno di insegnamento sceglie di abbandonare la scrittura professionale per la Scuola, alla quale ha dedicato – senza alcun rimpianto – oltre un felice decennio della propria attività.
Insegnante di Lettere presso la scuola Secondaria superiore, ama viaggiare e leggere, con particolare riguardo alle opere di Garcia Marquez, Isabel Allende, Jorge Amado e Tahar Ben Jelloun. Da vent’anni scrive poesie, racconti e romanzi, che hanno riportato in cinque anni oltre 100 riconoscimenti letterari.
Da tre anni fa parte dell’organizzazione e della direzione del Premio letterario internazionale “Donna” (giunto ormi alla 30esima edizione) a Fasano (BR).

Sinossi:  Se pensiamo che tutto ciò che è intorno a noi è energia, che l’umanità stessa è energia, allora ci rendiamo conto da subito che la nuova raccolta di poesie di Fabio Muccin ha sicuramente qualcosa di particolare. “Energie” nasce come progetto editoriale di esplorazione del linguaggio e delle emozioni. L’autore nel suo percorso di scrittura ha cercato sempre di sperimentare stili, di creare nuove immagini, lasciando trasparire la volontà di rinnovarsi continuamente. La poesia è il nucleo da cui partire per dare forma ad intuizioni creative che parlano di precipitazioni e rimbalzi verso l’infinito. Come un elastico teso verso altre direzioni da scoprire il poeta si lascia andare ad una libertà che non ha confini. (dalla Prefazione di Michela Zanarella)

Non è facile trovare il modo di completare un processo di indagine interiore, ma la poesia è lo strumento per guardarsi meglio sia dentro che fuori. Questo libro racchiude non solo le emozioni di chi scrive, ma in qualche modo diventa un puzzle da costruire per mettere ordine all’identità nel corso della vita.

Non vi resta che attendere l’uscita di questa raccolta, Muccin vi regalerà momenti di energia pura.

Parola di Direttore

Xo Xo Rita Angelelli

Direttore Editoriale di Le Mezzelane

Precedente Goffaggini erotiche e involuzioni prosaiche - Elementi di stile per novelli scrittori di romanzi erotici Successivo Salve amici della notte, sono Porzia Romano