Fuori dal coro – Roseto Degli Abruzzi

Una location spettacolare il Palazzo del mare di Roseto Degli Abruzzi. Così spettacolare che sembra si rifiuti di essere citato nelle mappe Google Maps, tanto che sono passata davanti alla costruzione (forse troppo moderna per i miei gusti) per ben due volte prima di capire che era proprio lì ad attendermi. Non sto dicendo stupidaggini. La prima volta che sono andata a Roseto il navigatore non ha trovato l’indirizzo! Da brava Local Guide ho fatto la mia segnalazione, perché il Palazzo del Mare possa diventare una meta ambita, per quello che offre e per la bella posizione a ridosso del mare.

Immagine che non gli rende giustizia. Meglio la mia dall’interno.

Poetica vero?

Ma vengo al dunque: Fuori dal coro è stata una manifestazione organizzata dalla Elle Emme Associazione, splendidamente condotta da Lorena Marcelli (Presidente), che come un bravo direttore d’orchestra ha diretto e convogliato tutte le forze in un’azione da Paladina dei NoEap.

Eh! NoEap non è un movimento di protesta, ma solo una sorta di acronimo che sta a significare: No Editoria A Pagamento.

I NoEap non sono violenti. I NoEap difendono una categoria di scrittori che hanno deciso di non pubblicare con editori?tipografi?stampatori? a pagamento… non so nemmeno io come chiamarli. I NoEap non sono una specie protetta, ma una community di persone che collaborano, si scambiano idee, spazi, consigli. Gli editori NoEap si assumono il rischio d’impresa, e pubblicano solo i libri che hanno scelto. Gli editori NoEap non sono una specie in estinzione, ma una categoria affollata di persone che credono nella letteratura, quella vera. Gli editori NoEap si avvalgono di uno Staff competente che lavora con un unico obiettivo: pubblicare un libro che sia corretto formalmente e che racconti storie originali. Gli editori  NoEap non fanno pagare per gli editing, le correzioni di bozze, le copertine. Gli editori NoEap sono editori seri.

Ho avuto il piacere di essere presente all’apertura di questa lunga kermesse il 7 Ottobre, giornata nella quale ho conosciuto tantissime persone che si occupano di editoria NoEap e una professionista davvero interessante, sia come persona che come figura professionale: Simona Colaiuda, Executive and Business Coach. Simona ha scritto un libro che è l’espressione della positività: Costruisci la tua felicità in tre atti. Ve ne parlerò in una delle prossime recensioni.

Uso una citazione che riprendo proprio dal suo libro:

Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all’improvviso vi sorprenderete a fare l’impossibile. (San Francesco)

ed è proprio quello che è successo a Fuori dal coro: la manifestazione è partita con uno sprone necessario, quello di Simona, è proseguita con alcuni workshop il 14 e il 21 (Roberta Andres e me medesima), ed è finita con qualcosa che sembrava impossibile e invece era l’esatto risultato naturale di un mese all’insegna della cultura, dell’aggregazione, dello scambio di idee e di collaborazioni, che però non ci ha stupito per niente (almeno a me). Ah sì, forse non era chiara l’info: tra Editori NoEap si collabora e non esistono gelosie di sorta (lo scoprirete solo seguendoci). La prima dimostrazione è stata la Mini Fiera del 28 ottobre e il breve convegno che riguardava la differenza tra editoria a pagamento e non, e poi come ci si presenta a un editore (leggerete su alcuni miei articoli di questo argomento).

Un altro prodotto di questo mese di Ottobre, che mi sono portata a casa e custodisco gelosamente, è uno strumento utilissimo agli Editori e agli Scrittori: Il piano B, un viaggio tra blog letterari. Non deve mancare assolutamente sulle vostre scrivanie. Cito la prefazione:

Qualunque sia il motivo che ti ha spinto a scrivere il tuo romanzo, qualunque sia lo sforzo a cui ti sei dovuto sottoporre per arrivare a mettere la parola fine al tuo manoscritto, sappi che il lavoro più duro comincia adesso, un lavoro completamente diverso da quello svolto finora: la promozione. (Roberta Andres, Simona Colaiuda e Lorena Marcelli)

E che dire del concorso letterario Sinossi fuori dal Coro? Ho avuto un bellissimo colloquio, anche divertente, con due dei tre autori scelti dalla mia casa editrice. Tre candidati con tre sinossi completamente diverse. Su invito dell’organizzatrice Lorena Marcelli se ne sono presentati solo due: Antonio Lucarini e la coppia di scrittrici Simona Barba e Gisella Orsini. Mi hanno parlato dei loro romanzi, genere fantascienza, e la loro cristallina genuinità nel raccontarmi il loro progetto mi è arrivata nell’anima come una folata di aria fresca in una giornata afosa: semplice, immediata, tonificante. Ho dato il contratto a tutti e tre e mi dispiace per l’altro che non si è presentato: ha perso una buona occasione per farsi conoscere come scrittore.

E allora di nuovo grazie Lorena Marcelli, per la tua energia, competenza, organizzazione, studio. Qualità che hai messo al servizio di tutti noi che abbiamo vissuto momenti indimenticabili, gratificanti, di condivisione. E non fare scherzi: vogliamo tutti una seconda edizione! Se non altro per tornare in quel ristorantino dove abbiamo mangiato cibi abruzzesi XD o la magnifica zuppa di pesce del Lido.

 

Xo Xo Rita Angelelli

Direttore Editoriale di Le Mezzelane Casa Editrice

Precedente Come ci si presenta a un Editore - Prima parte Successivo Segnalazione evento - 11 Novembre a Roma: L'urlo barbarico

Lascia un commento

*